Autunno nel parco del Gran Paradiso

_DSC3059

Quest’anno il caldo e la siccità stanno anticipando la comparsa dei colori autunnali. Non ho voluto allora farmi mancare la magia regalata da questa stagione in montagna.

Con un amico ho deciso di trascorrere un paio di giorni al rifugio Sella, sopra Valnontey, nella valle di Cogne, pernottando nel locale invernale sempre a disposizione di chi frequenta l’alta montagna nei periodi in cui il turismo di massa è assente.

Con gli zaini stracarichi di attrezzatura fotografica, sacco a pelo, cambi, acqua e viveri siamo saliti nel pomeriggio attraverso il lariceto e poi via via più su, tra i pascoli ingialliti tagliati dai ripidi tornanti del tratto finale del sentiero (una vera via crucis …). Fino all’ultimo il rifugio non si vede, per cui ad ogni svolta la speranza si accendeva per morire subito.

fb_img_1508175641876692977462.jpg

Quando siamo finalmente arrivati nella conca del Lauson abbiamo trovato un unico ospite nel rifugio, un architetto romeno, bravissimo fotografo (Cosmin Ionescu,  http://www.cosminionescu.ro), con cui, dopo qualche scatto ai camosci con la luce del crepuscolo, abbiamo subito stretto amicizia, conversando fino a tarda sera in inglese con la sola luce di alcune candele e una torcia frontale

_DSC3072

Il locale invernale del rifugio è decisamente accogliente e ordinato e abbiamo potuto sistemarci in tutta comodità.

fb_img_15081756661551849622119.jpg

Al mattino ci siamo mossi alle 6.00, nel buio totale, diretti al laghetto del Lauson, sperando di fotografare un’alba interessante. Vista la stagione arida abbiamo trovato il laghetto completamente asciutto e anche l’alba, in assenza di nubi o foschia, è risultata piuttosto anonima.

_DSC3083

_DSC3102

Tornando verso il rifugio, con l’arrivo progressivo dei raggi solari nella conca del Lauson, ci siamo dedicati agli scatti a camosci e stambecchi.

_DSC3107

Nella luce dorata del mattino mi sono goduto i primi inseguimenti tra camosci, che tra poco caratterizzeranno il periodo degli amori …

_DSC3126

… ho provato a giocare un po’ con i contrasti …

_DSC3154

… e sono stato intrattenuto da due magnifici esemplari di stambecco, anch’essi in vena di “sfide” mattutine,

_DSC3168

_DSC3195

Purtroppo la luce forte e i contrasti marcati non ci hanno permesso molto altro. Gli animali, a causa del caldo anomalo, si sono ben presto portati al riparo per riposare.

A noi non è rimasto altro che scendere, godendoci ancora una volta i colori dei larici e programmando di tornare quanto prima per riempirci ancora una volta gli occhi e il cuore con gli spettacoli della natura tra i monti.

fb_img_1508175652853436091689.jpg

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...